Dimagrire mangiando: è veramente possibile?

Le regole d’oro per dimagrire mangiando sano

Il modo migliore per dimagrire mangiando è quello di abituarsi a mangiare alimenti semplici senza troppi ingredienti industriali e riscoprire il vero sapore del cibo naturale. Di seguito 5 consigli utili per chi sta cercando una via definitiva per capire come fare per dimagrire e rimanere in forma.

1 Mangia alimenti veri.

Per alimenti veri intendiamo gli alimenti nel loro stato naturale senza aggiunte di sale, zuccheri e conservanti, come la pasta, il riso, le verdure, le noci, il pesce, le carni fresche, la frutta, l’olio extra vergine d’oliva. Dimagrire mangiando a sazietà alimenti normali, nelle giuste combinazioni, è il modo migliore per ottenere un dimagrimento rapido e un miglioramento della salute. Il sale, zucchero e i conservanti presenti nella maggior parte degli alimenti industriali predispongono il corpo a mangiare di più, senza mai essere sazi, inoltre, causano un aumento veloce dei livelli di zucchero nel sangue e la conseguente produzione in eccesso di ormone insulina che è la vera causa dell’ingrassamento. Non esistono pillole per dimagrire senza effetti collaterali, quindi l’unico modo per trovare la giusta dieta per perdere peso è affidarsi a un programma che preveda i cibi che fanno dimagrire migliori per ogni persona, da mangiare a sazietà.

2 Leggi gli ingredienti degli alimenti che compri.

Se vuoi veramente imparare come dimagrire mangiando senza mai avere fame, una delle cose più utili da fare è prendere coscienza di quanti ingredienti dannosi sono presenti negli alimenti che mangi più spesso. Gli ingredienti sono sempre indicati nella confezione dell’alimento o, nel caso tu stia comprando alimenti da banco, hai il diritto di chiedere al venditore la lista completa degli ingredienti contenuti. Una volta che hai la lista degli ingredienti sott’occhio, devi sapere che gli ingredienti sono scritti in ordine decrescente a partire da quello presente in quantità maggiore. Ad esempio, se il primo ingrediente di una crema di nocciole è lo zucchero, vuol dire che lo zucchero è l’ingrediente principale e di dimagrire mangiando non se ne parla, poiché questo alimento porterà ad un eccessivo picco di zuccheri nel sangue e stimolerà molto l’ormone insulina che trasformerà tutto quello che mangi in grasso. La regola d’oro è: meno ingredienti ci sono meglio è. Tra gli ingredienti non dovrebbero esserci sale (cloruro di sodio), zucchero (saccarosio, destrosio, maltodestrine, malto) o ingredienti che non conosci o sigle incomprensibili che con tutta probabilità stimoleranno l’ingrassamento.

3 Aggiungi dei grassi buoni.

Può sembrare un controsenso che per perdere peso venga consigliato di aggiungere dei grassi, contrariamente a quanto consigliato da una classica dieta ipocalorica, ma ormai è chiaro che non è il contenuto di grassi e calorie della dieta a fare ingrassare ma l’eccesso di insulina. Per dimagrire mangiando a sazietà è fondamentale preparare i pasti in modo da sentirsi perfettamente sazi durante la giornata di modo che sia facile resistere alle tentazioni. Per stimolare la naturale sazietà ed evitare di avere sempre fame, nei pasti vanno aggiunti dei grassi buoni come l’olio d’oliva, la frutta secca (noci, mandorle, nocciole), l’avocado, il burro. Questi alimenti, se usati nel giusto modo, aiutano a controllare l’aumento della glicemia rallentando l’assorbimento degli zuccheri e di conseguenza aiutano a controllare l’eccessiva produzione di insulina, vera causa dell’ingrassamento.

4 Mangia gli alimenti ricchi di carboidrati alla mattina.

Il corpo segue dei ritmi giornalieri di produzione e rilascio di ormoni e per capire cosa mangiare per dimagrire è fondamentale conoscere come l’organismo metabolizza i vari alimenti nei diversi momenti della giornata.  Appena ci svegliamo alla mattina l’organismo mette in circolo ormoni che favoriscono il consumo dell’energia, come l’adrenalina. Per dimagrire mangiando è utile assumere gli alimenti più ricchi di carboidrati al mattino piuttosto che alla sera quando l’organismo è più predisposto all’accumulo di quello che mangiamo. Contrariamente a quanto si pensa, comunque, non è necessario mangiare alimenti ricchi di carboidrati tutti i giorni, anzi, uno dei metodi migliori per stimolare il dimagrimento è alternare giorni con un più alto apporto di carboidrati come pasta, riso, legumi, frutta, a giorni con un contenuto di carboidrati più controllato. Attenzione anche alla classica dieta iperproteica, senza uno strategico apporto di carboidrati, al momento giusto, il dimagrimento si blocca facilmente.

5 Solo con lo sport non si dimagrisce!

Capire come dimagrire le cosce è il sogno di moltissime donne, gli uomini invece sono spesso più interessati a scoprire come dimagrire la pancia e una soluzione comune è quella di praticare una ginnastica per dimagrire in queste zone. Potrebbe sembrare un paradosso ma fare attività fisica potrebbe bloccare o rallentare la perdita di peso. Quando svolgi un intenso sforzo muscolare fatichi a respirare pienamente, questo significa che i muscoli non riescono ad ottenere abbastanza ossigeno e sono costretti a produrre acido lattico. L’acido lattico deve essere eliminato dalla cellula muscolare e trasportato al fegato che lo trasformerà in glucosio e lo metterà in circolo stimolando l’insulina che rallenterà il dimagrimento. Molto meglio preferire delle attività che permettano di respirare profondamente come delle passeggiate di almeno 30 minuti, in questo modo si evita la produzione eccessiva di acido lattico e si riesce a dimagrire camminando, ovviamente la camminata dovrà essere continua evitando pause, altrimenti risulterà inefficace. Una volta dimagriti andrebbe introdotto un attività fisica mirata anche al mantenimento del tono muscolare e articolare.

Inizia la tua dieta per dimagrire adesso

Ti bastano 5 minuti per iniziare il tuo percorso di dimagrimento.
Scarica i video gratuiti lasciando il tuo nome e la tua email qui sotto.

Nutrizionista.Bio